Lista di alimenti ricchi di iodio

Panoramica

Iodio è un minerale essenziale per una crescita sana del corpo umano. Esso svolge un ruolo centrale nella funzione tiroidea e una carenza di iodio è responsabile della creazione di ipotiroidismo. L’incidenza della carenza di iodio negli Stati Uniti è stata notevolmente ridotta grazie all’uso di sale iodato, tuttavia alcuni altri alimenti sono ricchi di iodio che danno al corpo ciò di cui ha bisogno per una normale crescita e funzione. Combina i cibi ricchi di iodio per soddisfare l’assunzione giornaliera consigliata di 150 microgrammi.

Frutti di mare e carne

Oltre che ricca di iodio, i pesci sono una fonte primaria per questo minerale in traccia. La maggior parte dei pesci sono in grado di estrarre e concentrare iodio dall’acqua di mare. Due delle fonti più elevate di iodio sono il merluzzo e il gambero – contengono rispettivamente 198 e 70 microgrammi per servire. Il tonno contiene anche iodio – 34 microgrammi per porzione di 6 once – e 3 once di tacchino aumenta l’assunzione di iodio di 34 microgrammi.

Sale iodato

La fonte primaria negli Stati Uniti per iodio proviene da sale prodotta, iodato. È costituito da sale da tavola regolare combinato con quantità minuscole di sali contenenti iodio. Il sale iodato è diventato uno standard per l’uso negli Stati Uniti e si trova in quasi tutti gli alimenti confezionati che sono stati pre-salati. Un grammo di sale iodato contiene 77 microgrammi di iodio.

Kelp e altre alghe

L’alghe di alghe marine e altre forme di alghe come il wakame e il nori sono ricche di iodio, i rapporti del Centro medico dell’Università di Maryland (UMMC) e sono eccellenti da aggiungere agli alimenti per il loro alto contenuto di nutrienti. Aggiungere il miglio come condimento o usarlo come integratore in forma di pillola. Il contenuto di iodio delle alghe varia, ma può superare i 4.500 microgrammi per trimestre di servizio, secondo il Linus Pauling Institute.

Latte, yogurt e formaggio

Yogurt e altri prodotti lattiero-caseari sono di solito ricchi di iodio per aver avuto iodio aggiunto ai mangimi per animali da parte degli agricoltori di latte, riferisce l’Istituto Linus Pauling. Le quantità di iodio tendono ad essere più basse in estate quando le mucche sono permesse di pascolare dove il contenuto di terreno è più basso in iodio. Una tazza di latte 56 microgrammi di iodio.