Come comunicare con i bambini

Panoramica

I bambini devono imparare e capire le abilità di comunicazione di base per ottenere la vita. I bambini che imparano le abilità d’ascolto, di parlare e di scrittura in precedenza possono avere più successo nel comprendere ciò che si aspetta da loro e di esprimersi in modi sani e produttivi, afferma l’Università del Delaware. L’interazione tra coetanei e adulti è importante nello sviluppo di vie di comunicazione e nell’insegnamento dei bambini come relazionare i loro sentimenti, domande e apprendimenti in una varietà di ambienti e scenari.

Orecchie aperte

L’ascolto è un’abilità per bambini e adulti. L’ascolto dei bambini li aiuta a imparare a esprimere i propri sentimenti, le preoccupazioni e le idee. Uno dei metodi migliori per insegnare ai bambini di ascoltare le idee, i sentimenti o le richieste di altri è di ascoltare anche loro. Questo equilibrio incoraggia i bambini a mantenere l’interesse e la curiosità nel mondo che li circonda e con i loro coetanei e gli adulti allo stesso tempo, suggerisce Focus Servizi adolescenti.

Incoraggiare la comunicazione verbale

Incoraggiare i bambini, indipendentemente dall’età, per esprimersi significa insegnare loro la differenza tra la verbalizzazione appropriata e inadeguata. Incoraggiare i bambini a parlare significa chiedere loro di condividere le idee mentre attivamente ascoltano ciò che hanno da dire, dice Focus Servizi Adolescenti. Mantenere il contatto visivo, spegnere la televisione e mettere giù il giornale o la rivista quando un bambino sta parlando per rafforzare che quello che ha da dire è importante per te e gli insegna anche il comportamento cortese verso gli altri quando stanno parlando.

Nessuna interruzione

I bambini, indipendentemente dall’età, non possono sempre esprimersi rapidamente o chiaramente. Se un bambino ha difficoltà a spiegare qualcosa, incoraggiatelo gentilmente a continuare, suggerisce l’Università del Delaware. Non crescere impaziente con un bambino che sembra stare parlando in cerchio, ma guidarla dolcemente per essere più preciso o cercare di spiegare in dettaglio ciò che intende o sta cercando di esprimere.

Leggi i Segni

Presti attenzione ai segnali visivi che ti aiutano a capire come un bambino potrebbe sentirsi, anche se si esprime chiaramente. Anche essere consapevoli dei propri segnali visivi. Proteggete contro l’esibizione della rabbia o l’impazienza con le tue espressioni facciali o la tua posizione quando comunichi con un bambino recalcitrante o arrabbiato. Mantenere il contatto visivo e incoraggiare il bambino a esprimere ciò che sente e perché.

Resistere alla tentazione di chiedere a un bambino una sì o nessuna domanda se stai cercando di farlo comunicare con te, in quanto questi solo portano a dead ends, afferma Focus Servizi Adolescenti. Chiedere al bambino di condividere i suoi sentimenti o le sue idee e condividere il proprio con lui. Incoraggiare discussioni educative e dialoghi.

Incoraggiare domande

Sapere quando fermarsi

Non aspettatevi che un ragazzo di sei anni o addirittura un ragazzo di 17 anni possa comunicare tutto. Rispetta la privacy, ma fai far sapere al tuo bambino che sei sempre disponibile ad ascoltare quando è pronta a parlare. Il disturbo, lo sguardo fisso, la distrazione e la pura ostinazione sono indicazioni che il bambino non è disposto a condividere o esprimersi al momento. Rispettalo quei sentimenti e lasciatelo andare. Riprovare più tardi.