Elenco delle linee guida per il dosaggio delle vitamine per le donne

Vitamina A

Fisicamente e geneticamente, i corpi delle donne sono notevolmente diversi da quelli degli uomini. Le condizioni che affliggono solo le donne, come la mestruazione e la gravidanza, variano la loro nutrizione e le necessità supplementari. Le linee guida per il dosaggio delle vitamine per le donne dipendono in gran parte da dove sono nel ciclo della vita. Non iniziare alcun integratore senza prima parlare con un fornitore di assistenza sanitaria, soprattutto quando è incinta o allattamento al seno.

Vitamina B

Questo micronutriente è essenziale per supportare l’occhio, la pelle e la salute immune. Le donne dovrebbero prendere 70 mcg al giorno, o 2.310 unità internazionali, secondo gli Istituti Nazionali di Salute degli Integratori Dietetici (ODS). La cecità notturna e l’immunità ostacolata possono affliggere quelle donne su diete molto rigide, poiché quelle diete possono provocare una carenza di vitamina A, così come l’alcolismo.

Vitamina C

Naturalmente in piante a foglia scura e carni animali, le vitamine B sono essenziali per la salute delle donne, soprattutto durante la gravidanza e l’allattamento. Il Linus Pauling Institute cita studi volti a correlare il legame tra la carenza di vitamina B12 e il cancro al seno. Le donne dovrebbero assumere 2,4 mcg di vitamina B12 ogni giorno. L’acido folico, o folato, è una vitamina B vitale per la salute degli sviluppi dei neonati in utero. L’ODS consiglia la maggior parte delle donne a prendere 400 mcg al giorno; le donne in gravidanza devono assumere 600 mcg.

Vitamina D

Mangiare cibi ricchi di vitamina C, come agrumi e peperoni, offre donne con potenti antiossidanti e modulazione del ferro. La scuola di salute pubblica di Harvard consiglia alle donne di prendere 75 mg al giorno per i non fumatori e un supplemento di 35 mg al giorno per i fumatori. Vitale durante la mestruazione, la vitamina C aiuta il corpo a utilizzare qualsiasi ferro che viene ingerito per aiutare a sostituire il sangue perduto.

Vitamina E

Gli integratori della vitamina D aiutano il corpo a utilizzare calcio e sono preziosi per le donne invecchiate nella lotta contro l’osteoporosi, una malattia ossea-indebolita caratterizzata da bassa densità di ossa di calcio. L’American Heart Association (AHA) suggerisce che le donne arrivino quotidianamente da 400 a 600 unità internazionali di vitamina D, alcune delle quali possono essere sintetizzate con l’esposizione a luce solare. L’AHA cita un recente studio fatto dall’Università di Michigan School of Public Health, che ha scoperto che l’insufficienza di vitamina D nelle donne giovani può triplicare il rischio di alta pressione sanguigna più tardi nella vita.

Questa vitamina in grasso-solubile può essere difficile da prendere, in quanto viene fornita in molte misurazioni diverse, tra cui mg, mcg e unità internazionali. Un antiossidante, la vitamina E promuove la salute immune, della pelle e della cardiovascolare. Evidenza suggerisce che la vitamina E può diminuire i sintomi della sindrome premestruale come crampi e mal di testa a dosi di 400 UI o 15 mg al giorno, per Medline Plus.